Nella percezione moderna, la marijuana viene mistificata

marihuana2-1

I pregiudizi ed le paure che trovarono gli immigranti erano principalmente dovuti alle loro tradizioni: fumare marijuana. Per quanto nella percezione moderna, la marijuana viene mistificata come possiamo dire che un narcotico relativamente alla mano, una varietà di condizioni potrebbe aver portato gli utilizzatori, nel contesto del tardo diciannovesimo secolo, verso comportarsi molto diversamente dal comportamento degli odierni stoners a cui siamo abituati. Tutta la storia ancora si ripercuote sulle vite di uomini e donne affette dalla droga ogni giorno.

La paura di gente dalla pelle scura unita alla paura di droghe da incubo usate dalla persone dalla pelle scura produsse un’ondata di azioni pubbliche contro la minaccia ancora oggi Marijuana. La minaccia della Marijuana, come mostrata dai fautori, da razze inferiori e reietti della società. Infatti, la sua lettura delle prove suggerisce che erano i Messicani di ceto minore ad essere temuti sotto l’uso della droga.

Abbiamo una conoscenza piuttosto scarna di come apparisse l’uso di marijuana nel Messico e negli Stati Uniti nel cambio marijuana secolo – quanta persone la consumava, come la ingerivano, con quali preparati potesse essere combinata.

Intenzioni classiste erano manifestate sulla stampa messicana (esattamente come possiamo dire che intenzioni razziste e xenofobe erano manifestate su giornali americani), non erano motivate dalla percezione della marijuana come pericolo, testimoniò davanti al congresso sulle indagini il quale portarono all’introduzione delle restrizioni federali sulla Marijuana. Questo dicono che sia il motivo per i quali il problema è con queste caratteristiche grande: la maggior nasce della nostra popolazione dicono che sia composta da persone marijuana lingua ispanica, la maggior parte dei quali sono di basso quoziente intellettivo, per le di essi condizioni sociali e razziali.

La storia della cannabis come farmaco si chiuse bruscamente, almeno in America e in Europa, da poco prima della seconda guerra mondiale e bisogna attendere gli anni ’70 per rivedere i primi cenni di una rivalutazione.

Una singola versione popolare della storia della criminalizzazione degli spinelli” suggerisce questo: La cannabis fu proibita a fine di diversi, potenti interessi (alcuni dei quali avevano motivazioni economiche per sopprimere la produzione di canapa) che riuscirono a trasformarla in un ‘”uomo nero” nell’immaginazione popolare, diffondendo storie di manie omicide grazie al consumo della spaventosa Erba pazza” messicana.

L’uso comune della resina di cannabis indica dicono che sia quello di agente intossicante, dai confini più estremi dell’India all’Algeria. E viceversa potrebbero esserci state ragioni di classe nel moto contro la Marijuana costruiti in Messico, suggerisce, nel modo che persone cominciavano a bandire la droga perchè erano seriamente spaventate su gli effetti che poteva possedere. Il mistero dell’origine del nome tuttora Marijuana è appropriato per questa pianta dall’incredibile moltitudine di sfaccettature.